DETTAGLI DIMENTICATI?

CREA ACCOUNT

Definizione di Reciclabilità

Una definizione globale di "riciclabilità" degli imballaggi e dei prodotti in plastica è un passo fondamentale per armonizzare l'industria mondiale del riciclo delle materie plastiche. Questa definizione è stata sviluppata dalla Associazione dei Riciclatori della Plastica degli Stati Uniti (APR) e dall’Associazione dei Riciclatori Europei della Plastica (PRE) nel 2018, con il supporto di Petcore Europe.
Un prodotto plastico deve soddisfare quattro condizioni per essere considerato riciclabile:

  • Il prodotto deve essere realizzato con una plastica proveniente dalla raccolta differenziata, che abbia valore di mercato e / o che sia supportata da un programma legislativo obbligatorio.
  • Il prodotto deve essere selezionato e aggregato in flussi definiti e avviato a processi di riciclo.
  • Il prodotto può essere trasformato e rigenerato / riciclato con processi di riciclo commerciale.
  • Il riciclato (la plastica riciclata) deve essere considerata una materia prima seconda da utilizzare nella produzione di nuovi prodotti.

Questa definizione non intende limitare l'innovazione. Affinché i materiali innovativi siano riciclabili, è necessario dimostrare che possano essere raccolti e selezionati in quantità sufficienti e compatibili con i processi di riciclo industriale esistenti o in quantità di materiale sufficiente per giustificare l'esercizio di nuovi processi di riciclo.
Tuttavia, soddisfare queste quattro categorie non indica automaticamente che un prodotto sia effettivamente riciclabile. Infatti, i materiali riciclati sono disponibili in molti diversi gradi di qualità che dipendono tra l'altro dalla qualità del materiale di input al processo di riciclo. La riciclabilità dipenderà in ogni caso dalla progettazione specifica di ciascun imballaggio che dovrà essere valutata attraverso l’utilizzo del tool RecyClass

TORNA SU